interessante

Smetti di usare WhatsApp se ti preoccupi della tua privacy

La privacy è sempre stata una caratteristica chiave e un punto di vendita popolare per l'app di messaggistica WhatsApp. Il co-fondatore dell'azienda Jan Koum è cresciuto nell'Unione Sovietica sotto una pesante sorveglianza del governo e ha promesso di proteggere i dati degli utenti dopo che Facebook ha acquisito WhatsApp nel 2014. Ora, con Koum in uscita, potrebbe essere il momento di abbandonare WhatsApp prima di quello la promessa parte con lui.

Secondo il New York Times, come dettagliato da un dirigente anonimo di Facebook, Koum stava diventando "sempre più preoccupato" per l'attenzione di Facebook sulla raccolta e vendita dei dati degli utenti. Ha tentato di respingere, ove possibile, ma ha ritenuto che il consiglio di amministrazione di Facebook "ha pagato un servizio labiale per i problemi di privacy e sicurezza che ha sollevato".

Un ingegnere di WhatsApp ha anche detto al Times che senza Koum, il resto del team teme che Facebook possa cambiare l'app per tenere traccia di un numero ancora maggiore di dati e, un giorno, potrebbe persino far cadere la pubblicità nell'app.

In una dichiarazione a Goldavelez.com, WhatsApp ha affermato che Facebook è ancora impegnato nella privacy e nella sicurezza degli utenti 1, 5 miliardi mensili dell'app e nell'utile configurazione della crittografia end-to-end dell'app. La società ha anche sottolineato il recente discorso programmatico F8 di Mark Zuckerberg, in cui ha definito Koum un "instancabile difensore della privacy e della crittografia" e lo ha ringraziato per aver contribuito a trasformare Facebook nella "più grande rete di comunicazione completamente crittografata al mondo".

Detto questo, WhatsApp ha dichiarato di non poter commentare il futuro del servizio quando si tratta di aumentare la raccolta di dati o la pubblicità. È una posizione ragionevole, dato che la società non vuole fare una promessa ora e apparire terribile se andrà nella direzione opposta tra qualche anno, ma è probabile che il silenzio non faccia impazzire i sostenitori della privacy.

Facebook raccoglie già alcuni dati da WhatsApp. Senza Koum al timone, è possibile che ciò possa aumentare, una mossa che non sarebbe fuori dal comune per il social network, considerando che l'intero modello di business dell'azienda dipende dalla pubblicità mirata sui dati personali.

Se ti preoccupi abbastanza della tua privacy per eliminare Facebook (o anche cambiare il modo in cui usi il social network) potresti voler abbandonare anche WhatsApp. Se hai bisogno di una nuova app di messaggistica più sicura, prova Signal o anche iMessage per comunicare tra i dispositivi Apple.