interessante

Quale sistema operativo devo usare per il mio server domestico fai-da-te?

Caro Goldavelez.com,

Sono pronto a fare il grande passo e costruire il mio server di casa, ma non sono sicuro di quale percorso dovrei prendere. Ho visto le guide per FreeNAS, Amahi e persino il normale desktop Linux, ma quale dovrei usare? Importa anche?

Cordiali saluti,

Così tanti server

Cari così tanti server,

Hai ragione, ci sono un sacco di opzioni là fuori e ne abbiamo scritte molte in passato, ma non le abbiamo mai paragonate. Quindi, ecco alcune delle nostre opzioni preferite e come differiscono l'una dall'altra (così puoi decidere quale è la migliore per te).

Amahi: semplice e fa quasi tutto

Se stai cercando di costruire un server di casa, Amahi è probabilmente il punto di partenza. È facile da configurare, facile da gestire e supporta moltissime app diverse, tra cui Plex, Crashplan, Trasmissione, ownCloud, OpenVPN, SABnzbd +, Sick Beard, Couch Potato e molte altre ancora. Tutte le app sono disponibili con un clic di installazione tramite l'interfaccia di Amahi, ma la maggior parte di esse costa pochi dollari, ma ne vale la pena per comodità.

Tuttavia, se c'è qualcosa che non puoi fare attraverso l'interfaccia di Amahi, o se non hai voglia di pagare la quota di installazione con un clic, puoi installare un desktop Linux più tradizionale sul sistema operativo di base di Amahi e farlo da solo. Quindi, fondamentalmente, se riesci a farlo su Linux, probabilmente puoi farlo con Amahi, rendendolo una soluzione perfetta per una vasta gamma di persone. Se sei un normale utente domestico, inizia prima con Amahi. Consulta la nostra guida per istruzioni dettagliate.

FreeNAS: supporto RAID di livello enterprise

FreeNAS è un sistema operativo server di casa molto popolare. Mentre funzionerà per un semplice server domestico, è davvero più orientato verso la folla avanzata, al punto in cui probabilmente non è l'ideale per la maggior parte degli utenti (almeno rispetto alle opzioni più semplici come Amahi). La sua versione più recente, 9.3, ha eliminato il file system UFS a bassa risorsa a favore solo di ZFS. ZFS è una soluzione fantastica per le configurazioni RAID, ma richiede molte risorse, tra cui almeno 1 GB di RAM per TB di memoria installata. Ciò può aggiungere molto.

Quindi, mentre FreeNAS ha un sacco di plugin utili per programmi come Plex, Subsonic, Crashplan, Transmission e altri, non è l'ideale per la maggior parte degli utenti domestici. Se hai intenzione di configurare un server di livello enterprise a casa tua, FreeNAS è un'ottima opzione, ma la maggior parte degli utenti occasionali starebbe meglio con una delle opzioni di seguito. Consulta la nostra guida a FreeNAS per le nozioni di base.

NAS4Free: servire i file e servirli bene

Se vuoi qualcosa di simile, ma un po 'più facile da usare - e migliore per macchine a bassa potenza - puoi invece provare NAS4Free. È essenzialmente una vecchia versione di FreeNAS che è ancora gestita dalla community ed è ottima per file server semplici o avanzati su un vecchio computer. Non ha il supporto di plug-in come FreeNAS e Amahi, ma se stai solo cercando di pubblicare file attraverso la tua rete, è un'opzione decente. Dai un'occhiata al confronto tra Ars Technica di FreeNAS e NAS4Free per differenze più approfondite tra i due, e la nostra guida a NAS4Free per informazioni sulla configurazione.

Linux: familiare, gratuito e potente

Se hai già familiarità con le distribuzioni Linux come Ubuntu, potresti considerare di eseguire un desktop Linux come server di casa. Ubuntu non è del tutto ideale, ma puoi usare qualcosa di meno potente come Xubuntu o Debian, remoto nella tua macchina con TeamViewer e configurarlo come faresti con qualsiasi altro computer. Non dovrai imparare nulla di nuovo e può letteralmente fare tutto ciò che un desktop Linux potrebbe fare.

Se ti senti a tuo agio nel fare tutto dalla riga di comando, un sistema operativo orientato al server come Ubuntu Server (o solo un'installazione Debian minima) potrebbe essere ancora migliore, dal momento che non devi sprecare risorse su una GUI.

Naturalmente, poiché Amahi ha un desktop Linux completo in esecuzione sotto il cofano, puoi farlo anche con Amahi, quindi ci sono pochi motivi per costruire il tuo server da zero a meno che tu non voglia utilizzare una distribuzione specifica o desideri un sistema completamente personalizzato che soddisfa le tue esigenze e solo le tue esigenze. È anche un'opzione decente se non vuoi creare un account Amahi e non vuoi pagare per nessuna delle app di Amahi. Non raccomandiamo più Ubuntu per questo, ma le nostre vecchie istruzioni su un server principale Ubuntu dovrebbero funzionare con molte distribuzioni Linux, incluso Debian.

Altre alternative

Naturalmente, queste sono tutt'altro che le uniche opzioni disponibili, ma sono tra le più popolari. A sviluppatori e professionisti IT potrebbe piacere anche OpenMediaVault, che è più complicato di Amahi ma consente molte personalizzazioni attraverso la sua API. Gli utenti Windows potrebbero preferire eseguire Windows 8 su un computer di riserva per condividere file e unità pool, che è un'ottima opzione se si desidera la massima compatibilità con altri sistemi Windows.

Naturalmente, se hai soldi da bruciare, potresti stare meglio evitando il fai-da-te del tutto con un contenitore NAS pre-costruito, come uno di Synology. Probabilmente saranno più piccoli di qualsiasi cosa tu costruisca da te, e probabilmente anche un po 'più facili da configurare. Saranno anche più costosi, ma è un'opzione decente se non vuoi fare un sacco di lavoro.

Non è il confronto più dettagliato al mondo, ma questo dovrebbe darti una buona idea di cosa provare prima. Indipendentemente dalle tue esigenze, uno di questi sistemi operativi dovrebbe essere in grado di soddisfarli. Così felice sperimentazione e buona fortuna!

Cordiali saluti,

Goldavelez.com