interessante

Non solo un'altra app per le note: perché dovresti usare Google Keep

Quando Google Keep è stato lanciato, non ha mai avuto la fanfara che meritava. Le persone che lo hanno recensito lo hanno confrontato con tutte le app sbagliate, come Evernote o Microsoft OneNote. È un peccato, perché un'app sorprendentemente buona che prende app è andata sotto il radar, sottovalutata per essere venuta a corto di contendenti che non era progettata per affrontare. È giunto il momento di dare a Google Keep una scossa giusta, vedere dove brilla e come si adatta alla concorrenza.

È stato poco meno di una settimana dopo aver perso Google Reader che Google Keep è stato lanciato. Naturalmente, la prima cosa che tutti hanno detto è stata "Perché dovrei usarlo se Google lo ucciderà un giorno?" Sappiamo tutti che tutti sono preoccupati per ciò che Google potrebbe uccidere in seguito, ma ciò non significa che non ci si possa fidare mai più di alcun servizio Google, e di certo non c'è motivo di evitarne uno perfettamente buono che è qui, ora, e chiede di essere utilizzato .

Che cos'è Google Keep?

Semplicemente, Google Keep è un blocco note di sincronizzazione che si collega a Google Drive. Supporta anche note fotografiche, note vocali e liste di controllo. L'abbiamo coperto al momento del lancio, ma la versione breve è che Google Keep ti consente di prendere e salvare rapidamente quelle note, foto, memo vocali e liste di controllo su Google Drive, quindi accedervi nuovamente su qualsiasi altro dispositivo connesso al Web che utilizzi. È ideale per prendere appunti in viaggio, chiunque apprezzi gli strumenti per prendere appunti semplici e veloci o le app da fare, o per salvare le note sul desktop che sai che ti serviranno sul tuo telefono Android, come liste della spesa, indirizzi, numeri di telefono, liste di controllo ed elenchi di cose da fare o codici di chiamata in conferenza. Keep supporta anche gli account Google Apps, quindi puoi usarlo con il tuo dominio o un account aziendale.

L'interfaccia è colorata e facile da usare. Quei colori sono in realtà strumenti di organizzazione che rendono facile distinguere le tue note personali da quelle relative al lavoro, o quelle relative alla famiglia e così via. La curva di apprendimento superficiale di Google Keep, l'app per Android, l'interfaccia web e l'app Google Keep per Chrome semplificano l'inserimento nel normale flusso di lavoro, indipendentemente dal fatto che si preferisca prendere appunti sul desktop o sul telefono o tablet Android. Linea di fondo? Se non stai ancora utilizzando un'app di sincronizzazione delle note, ami Android e Google Chrome è il browser predefinito, Keep potrebbe essere lo strumento di produttività e organizzazione per te. Diamo un'occhiata ad alcune delle sue migliori caratteristiche e come applicarle.

Le funzionalità che rendono Google una fantastica app per prendere appunti

Tra note vocali, note sull'immagine e testo, Google Keep ha una serie di funzioni per aiutarti a rimanere organizzato di cui potresti non essere a conoscenza (o che stai già utilizzando in un'altra app). Ecco alcuni esempi:

  • Google Keep è . Google Keep è molto veloce, anche su dispositivi meno recenti. L'app stessa richiede Android 4.0.3 (Ice Cream Sandwich) o versioni successive, ma anche i dispositivi meno recenti che sono stati aggiornati non hanno problemi con l'app. Aggiungere note rapide è semplice come toccare la casella di testo nella parte superiore della finestra Mantieni e digitare: è la cosa migliore per quelle volte in cui qualcuno ti fornisce un numero di telefono o un indirizzo che desideri ricordare ma toccando una mezza dozzina di volte solo per iniziare a digitare ti fa desiderare di avere carta e penna. Appena sotto il campo della nota rapida sono presenti i singoli pulsanti per note di testo, liste di controllo, note vocali e immagini e l'aggiunta di ciascuno di essi è altrettanto rapida. Non è necessario toccare o cambiare vista solo per aggiungere diversi tipi di note e non è nemmeno necessario cambiare vista per vedere diversi tipi di note.
  • Le note vocali di Google Keep sono migliori della concorrenza . L'aggiunta di note vocali in Google Keep è semplice come toccare il microfono e parlare. Una volta terminato di parlare, l'app converte il tuo discorso in testo, ma allega anche la registrazione vocale originale alla nota in modo da poterla riprodurre e ascoltare te stesso. L'ultima volta che abbiamo visto una funzionalità come questa così ben integrata con una semplice app per prendere appunti (in particolare una che supporta anche elenchi di cose da fare) è stata in ReQall (ora defunta) e Keep lo fa molto meglio. La funzione banner di ReQall è stata la trascrizione rapida delle note vocali e, dato che è quasi morta, nessun'altra app da fare è davvero aumentata (e quelle che hanno offerto una trascrizione terribile). I fan del defunto Jott sanno cosa intendo. Registrando rapidamente te stesso in macchina mentre sei a casa, evita di scrivere durante la guida e, onestamente, a volte è più facile parlare che scrivere. Google sa già come fare bene la sintesi vocale, quindi non sorprende che sia implementato bene in Keep.

  • La sincronizzazione di Google Drive significa che i tuoi dati sono portatili (e tu li possiedi) . Indipendentemente dal fatto che pensi che Keep sia in circolazione (personalmente, penso che lo sia - è probabilmente destinato a essere una funzionalità di base di Android e probabilmente sarà più strettamente integrato quando arriverà Key Lime Pie), Google Drive lo è sicuramente. Poiché Keep è così strettamente integrato con Drive, tutto ciò che memorizzi sarà disponibile in Drive in pochi secondi. Inoltre, non importa se prendi appunti sul Web o sul tuo telefono Android: è tutto lì in pochi istanti.
  • La webapp di Google Keep è veloce, minimale e funzionale . La maggior parte di noi, quando ci mettiamo al lavoro o ci sediamo ai nostri banchi, vogliamo mettere giù i nostri telefoni, agganciarli, caricarli e metterci al lavoro sui nostri computer. Solo perché stai lavorando su un computer non significa che devi usare un'app diversa da fare o prendere appunti. L'app Chrome di Keep e persino l'interfaccia Web rendono facile continuare a utilizzare il servizio dal tuo computer nel momento in cui metti giù il telefono. Inoltre, Google Keep è stato effettivamente progettato per funzionare bene sia su Android che sul Web. Molte delle nostre app preferite da fare funzionano perfettamente sul tuo smartphone, ma fanno schifo sul desktop, se sono disponibili via web.
  • La ricerca e l'archiviazione rendono l'organizzazione semplice e folle . Keep porta un po 'di quella vecchia magia di Gmail in un'app per prendere appunti. Invece di eliminare le tue liste di controllo quando hai finito con loro, o eliminare le foto che hai salvato quando acquisti l'elemento di cui hai scattato una foto, archiviale invece. Saranno facilmente ricercabili se mai li vuoi ritrovare, e sì - se non lo sapevi, Google Keep ha una ricerca universale, non solo per i titoli, ma anche per i contenuti delle note.
  • Il widget della schermata iniziale di Google Keep è fantastico . Google Keep non è la prima app a presentare un widget della schermata iniziale che funziona bene per le cose da fare, ma poiché il widget di Keep combina le tue note e la possibilità di aggiungere rapidamente nuove note senza aprire prima l'app, ti consigliamo di fare spazio su una schermata iniziale per questo.

Google Keep non è perfetto. Se non sei un utente Android, la webapp è buona, ma non è così robusta come potrebbe essere e manca la possibilità di aggiungere note vocali (anche se i codici colore, le foto e le liste di controllo sono ancora lì). Tuttavia, è di gran lunga migliore rispetto alle versioni web di alcune altre app da fare che abbiamo visto. Se sei un utente iOS, però, sei fuori al freddo, almeno per ora. Se non ti piace Google Drive, non puoi spostare le tue note su un altro servizio come Dropbox o Box.net. A Keep mancano anche i tag, e anche se la ricerca integrata è eccezionale, i tag e le categorie sarebbero una gradita aggiunta per mantenere tutto ben organizzato. Anche così, è seriamente veloce, completamente gratuito e un forte contendente ... rispetto alle giuste alternative.

In che modo Google si inserisce nell'arena per prendere appunti online

Gran parte della copertura di lancio attorno a Google Keep lo ha confrontato con strumenti come Evernote o Microsoft OneNote, il che ha senso poiché sono i juggernaut della categoria, ma Google Keep non è davvero progettato per competere con loro. Inoltre, Google non sta cercando di attirare gli utenti di Evernote, OneNote o Springpad dalle loro app preferite a Google Keep, ma non funzionerà. Il loro obiettivo è offrire a tutti gli utenti Android un semplice blocco note di sincronizzazione con i loro telefoni Android che possono anche utilizzare sul desktop.

Google Keep non è Evernote

L'ex editore di Goldavelez.com (e collaboratore occasionale) Kevin Purdy lo ha ben inserito in questa rubrica di IT World, dove riflette sulla stessa domanda che mi sono posto quando Keep è stato lanciato; "Perché le persone sono seccate che Google abbia finalmente aggiunto una funzione di blocco note ad Android?"

Google Keep non è Evernote. Non è, almeno a questo punto, uno strumento robusto pensato per adattarsi a un flusso di lavoro totale di Google. È l'equivalente di Note su iPhone: uno spazio in cui scrivere velocemente, con il backup online e l'accesso come unica vera funzione. Se inserisci il widget Mantieni nella schermata iniziale o, nei telefoni che eseguono la versione 4.2 o successiva di Android relativamente nuova, nella schermata di blocco, puoi registrare molto, molto rapidamente una trascrizione vocale, scattare una foto o annotare un elenco rapido. È accessibile tramite Google Drive e puoi leggere e modificare tramite un browser completo, ma Keep è principalmente uno strumento telefonico. Probabilmente sarà standard sui futuri telefoni Android e aumenterà le funzionalità solo a un ritmo lento.

Confrontare Google Keep con quelli di Evernote è un po 'come paragonare un cacciavite al trapano a batteria preferito. Uno è uno strumento generico di base che può essere utilizzato in molti modi, ma ha i suoi limiti. Il secondo è uno strumento che può essere utilizzato al posto del primo, ha una serie più ampia di casi d'uso ed è certamente più potente. Tuttavia, il trapano a batteria deve essere caricato regolarmente, correttamente conservato e devi fare un piccolo sforzo per recuperarlo e utilizzarlo, mentre il tuo cacciavite è probabilmente già nel cassetto della scrivania.

Allo stesso modo, Google Keep è progettato per sedersi tranquillamente sul tuo telefono Android e in Chrome, in attesa che tu ne abbia bisogno e quindi utilizzarlo. Al contrario, uno strumento come Evernote richiede che tu sia investito nell'usarlo e sappia già come funziona meglio per te. Possono esistere fianco a fianco, oppure puoi usarne uno sopra l'altro a seconda del lavoro in questione e delle tue preferenze personali. Tuttavia, indipendentemente dalle tue preferenze, non stanno giocando nello stesso campo.

Google Keep è una valida alternativa alle app di sincronizzazione delle note

Se stai cercando servizi per mettere a confronto Google Keep, è meglio rispetto ad alcune delle app per prendere appunti più semplici, veloci e flessibili sul mercato. Ad esempio, il nostro preferito prendere appunti per la sincronizzazione per Android, Flick Note e Simplenote, il semplice servizio per prendere appunti in testo normale a cui si connette, offre una funzione simile (se non ridotta) impostata su Google Keep.

Simplenote non è solo qui. I fetchnotes, un altro servizio che ci piace e lo strumento organizzativo citato in precedenza Workflowy sono entrambi concorrenti più vicini a Google Keep rispetto ad app come Evernote o OneNote. Infatti, subito dopo il lancio di Google Keep, lo sviluppatore di Colornote Notepad per Android ha chiamato Google per la creazione di un'app per prendere appunti che sembrava e funzionava quasi esattamente come la sua utilità di vecchia data (che è ancora disponibile se si desidera verificarlo ).

Se stai utilizzando uno di questi appunti per la sincronizzazione per mantenere organizzato il tuo elenco di cose da fare, tenere un elenco di generi alimentari in esecuzione o organizzare le cose da fare in elenchi semplici e testo normale, Google Keep può offrire tali funzioni (supponendo che tu " investito in Android e Google Chrome, e non preferisco iOS o un altro browser) e poi alcuni. Quelle sono le app per cui Google sta cercando. Ancora più importante, le funzionalità offerte da Google Keep, e quelle che vedremo aggiunte a Keep man mano che si evolve, sono gli strumenti di base che Google vuole aggiungere a Drive, Android, Chrome e, infine, Chrome OS.