interessante

La vera storia dell'ora legale

È quasi ora di "balzare in avanti" per l'ora legale, ma chi ha inventato questa bizzarra pratica? E perché? Se hai appena risposto "Benjamin Franklin" e "aiutare gli agricoltori", probabilmente dovresti leggere questo.

A molti americani piace affermare che Benjamin Franklin ha inventato l'ora legale, ma non è esattamente vero. Franklin scrisse un saggio che suggeriva ai parigini di massimizzare il loro uso delle ore di luce nel 1784, ma era di natura satirica e parzialmente inteso a prendere in giro i francesi. Fondamentalmente, ha spiegato come avrebbero potuto risparmiare un sacco di soldi sulle candele se tutti si fossero appena svegliati prima e avessero sfruttato maggiormente la luce del giorno. Franklin non ha menzionato nulla sull'adattamento del tempo stesso.

In realtà furono due britannici, lo scienziato George Vernon Hudson e il costruttore William Willett a concepire l'idea quasi contemporaneamente. Hudson presentò un articolo alla Wellington Philosophical Society nel 1895, suggerendo uno spostamento di due ore in avanti in ottobre e uno di due ore in marzo. L'idea è piaciuta, ma non è andata davvero d'accordo. Poi, dieci anni dopo, Willett ha avuto un'idea diversa dell'idea che doveva aumentare il piacere di avere più ore di luce (o ciò che è noto come "British Summer Time"). Ha proposto di impostare gli orologi in anticipo di 20 minuti ogni domenica di aprile, quindi di invertire il processo la domenica a settembre. Nel 1907, Willett pubblicò il suo documento e iniziò a fare pressioni sul parlamento per metterlo in pratica.

In Gran Bretagna non ha ancora preso piede, ma nel 1908, gli abitanti dell'Ontario sono stati i primi a implementare una forma di ora legale, seguita da diverse altre località in Canada. Quindi, durante la prima guerra mondiale, la Germania e il loro alleato Austria-Ungheria hanno reso popolare il concetto promulgando la prima politica ufficiale di ora legale in tutto il paese il 1 ° maggio 1916. Era inteso come uno sforzo per risparmiare carburante ed energia durante la guerra. Successivamente, la Gran Bretagna e il resto dell'Europa hanno iniziato a seguire l'esempio.

Negli Stati Uniti, l'ora legale entrerà in vigore nel marzo del 1918. Contrariamente alla credenza popolare, non aveva nulla a che fare con gli agricoltori che fanno pressioni per più tempo per lavorare nei loro campi. In realtà erano contrari all'idea. Perché? Perché il sole ha dettato i programmi agricoli, non l'orologio. L'ora legale ha fatto solo rendere le cose più confuse per gli agricoltori e ha reso più difficile portare a termine il loro lavoro. In realtà, il DST è stato implementato negli Stati Uniti per le stesse ragioni di guerra in termini di risparmio di carburante della Germania, ed è stato esercitato pressioni da entità ricreative e al dettaglio. Pensaci: se hai più luce del giorno dopo essere uscito dal lavoro, hai maggiori probabilità di uscire e fare shopping o giocare a golf. Questo è in gran parte il motivo per cui abbiamo ancora l'ora legale fino ad oggi.

Nel 1919, l'industria agricola aveva vinto e la DST nazionale era stata abrogata. Ha fatto un breve ritorno durante la seconda guerra mondiale, ma tutto ciò che ha fatto è stato rendere tutto più confuso. Il fatto è che - nonostante sia stato abrogato, riportato indietro e poi portato via di nuovo - alcuni stati e città hanno usato comunque l'ora legale per tutto il tempo. Ciò ha portato a decenni di differenze temporali confuse in tutto il paese. In alcuni periodi dell'anno, un disco di 30 minuti potrebbe spostarti da cinque a sette diversi fusi orari, portando a quella che la rivista Time chiamò "un caos di orologi" nel 1963. Fortunatamente, l'Uniform Time Act risolse tutto ciò nel 1966 Ha standardizzato l'ora legale per il paese, ma ha permesso agli Stati di rinunciare se volevano rimanere in orario standard. Alla fine, l'Arizona e le Hawaii hanno rinunciato e il resto del paese ha dovuto cambiare l'orologio due volte all'anno.