interessante

L'acquisto di miele locale non aiuterà le tue allergie; Ecco perché

A chi soffre di allergie viene spesso detto di mangiare miele locale. Questo aumenta la tolleranza nei confronti del polline locale, secondo la teoria, e avrebbe senso se non fosse per un fatto scomodo: il miele viene dai fiori e non si è allergici al polline dei fiori.

I fiori producono nettare dolce per attirare le api e altri impollinatori e producono anche grossi e appiccicosi granelli di polline che, per fortuna, si attaccheranno alle zampe delle api in modo da poter impollinare altri fiori. È vero che il miele, che le api ricavano dal nettare, può contenere tracce di questo polline.

Ma questo non è il polline a cui sei allergico. Dai un'occhiata ai criminali allergici tipici: ryegrass, acero e quercia per citarne alcuni. Queste piante fanno qualcosa che un botanico considererebbe un fiore, ma sono appena percettibili: non grandi, non colorate, non profumate, non visitate dalle api. Questo perché queste piante sono impollinate dal vento, basandosi sulle brezze per portare masse del loro polline polveroso a partner sessuali lontani. (Non per disgustarti, ma il polline è fondamentalmente lo sperma delle piante.) È questo polline trasportato dal vento che ti fa venire gli odori accidentali, ed è abbastanza piccolo da irritare il naso e potenzialmente scatenare allergie. Questo spiega perché gli studi continuano a dimostrare che il miele non aiuta le allergie.

Tuttavia, non vogliamo impedirti di mangiare miele locale. Supporterai apicoltori locali e probabilmente otterrai miele di qualità migliore rispetto alle cose prodotte in serie. Nella mia esperienza, anche il sapore è migliore: il miele di trifoglio non è paragonabile alle cose fatte dai (i miei preferiti) fiori di campo autunnali.

Leggi l'articolo completo su Slate per ulteriori informazioni sulla connessione allergica e perché, anche se sei una delle rare persone allergiche ai fiori, probabilmente non sarà ancora d'aiuto.

Honey Bunches of Lies | Ardesia