interessante

Come verificare se il disco rigido non funziona

Windows: recentemente ho avuto il sospetto che qualcosa non andasse nel mio disco rigido. Trascorrere un po 'di tempo per capire cosa stesse succedendo, e per confermare che non stesse accadendo nulla, mi ha fatto risparmiare $ 200+, o il costo del nuovo brillante HDD da 6 TB (o più veloce SSD da 2 TB) che stavo pensando di ordinare da Amazon.

Testare le capacità del tuo disco rigido sembra un modo elettrizzante di passare un pomeriggio, ma non lasciarti ingannare dal mio sarcasmo. Non ci vuole molto per eseguire alcuni test ed è in realtà rinfrescante confermare che tutto funziona come è successo quando hai acquistato il tuo vecchio disco (o PC). E, naturalmente, risparmiare denaro non acquistando un aggiornamento non necessario è la sensazione migliore di tutti.

I sintomi

Uso alcuni SSD sul mio computer desktop, salvo un singolo disco rigido da 3 TB che contiene tutti i miei giochi, backup di unità, bootleg di Nine Inch Nails e altri file giganteschi. Da qualche settimana, ho notato che gli aggiornamenti di Steam per vari giochi su questa unità - hitter più pesanti come o - hanno avuto difficoltà a fare, beh, qualsiasi cosa. I download strisciano, anche se ho una connessione Internet piuttosto robusta. Le barre di avanzamento per le installazioni di patch sembrano bloccarsi per un'ora.

Peggio ancora, eseguire qualsiasi tipo di aggiornamento di Steam per uno di questi titoli muscolosi rallenterebbe qualsiasi altra cosa volessi fare con quel disco rigido. Nessun backup. Nessun trasferimento di file. Nessuna analisi dello spazio su disco. Zilch.

Mentre questo suona come un problema di Steam - o, almeno, un problema di come vengono distribuiti gli aggiornamenti per determinati titoli - ero preoccupato che il mio disco rigido stesse finalmente iniziando a danneggiarsi. Non ho sentito il temuto, ma stavo diventando abbastanza infastidito dalle terribili prestazioni che ho iniziato a considerare quanto sarebbe costato l'aggiornamento a un HDD più veloce o un SSD big-ass una volta per tutte.

Prima di premere il grilletto, volevo eseguire alcuni test per vedere se il mio disco rigido fosse la colpa.

Chkdsk è tuo amico

La prima e più semplice cosa che puoi provare è usare chkdsk per cercare errori del file system, supponendo che tu non stia riscontrando seri problemi di stabilità con il tuo disco (o i suddetti). Ti consigliamo di fare molto di più per avere un quadro completo di come funziona il tuo disco, ma eseguire chkdsk è un ottimo primo passo per vedere se qualcosa è spento.

Apri Esplora file, fai clic con il pulsante destro del mouse su un'unità e fai clic su Proprietà. Fare clic sulla scheda Strumenti, quindi fare clic su "Verifica" nella sezione "Controllo errori".

Anche se Windows non ha riscontrato errori con il file system dell'unità nella sua normale scansione, puoi essere sicuro di eseguire la tua scansione manuale. Questo non dovrebbe richiedere molto tempo, ma non mi fiderei della barra di avanzamento: la mia è rimasta seduta su "20 secondi rimanenti" per un tempo più lungo, ma non ci è voluto più di un minuto per completare.

Questo processo esegue una semplice scansione "Check Disk" o "chkdsk" di sola lettura del file system dell'unità. Puoi diventare un po 'più selvaggio se hai del tempo extra per uccidere. Apri un prompt dei comandi con privilegi elevati cercando "Prompt dei comandi" nel menu Start, quindi fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona "Esegui come amministratore".

Quindi, al prompt dei comandi, dovrai digitare 'chkdsk, seguito dalla lettera di unità che vuoi scansionare, così come / f (per fare in modo che Windows ripari automaticamente tutti gli errori del file system che trova) o / r ( fare in modo che Windows esegua la scansione dell'intera superficie del disco alla ricerca di settori danneggiati, il che potrebbe richiedere molto tempo, ma è più applicabile all'hardware effettivo.)

Se hai dovuto riavviare il sistema per eseguire chkdsk, non dimenticare di cercare i risultati nel Visualizzatore eventi di Windows, che può aiutarti a capire se qualcosa nel tuo disco merita un'indagine più approfondita.

Fatti furbo

Questo acronimo, abbreviazione di "Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology", rappresenta un piccolo sistema integrato in ogni unità acquistata. Tiene traccia e registra vari punti di dati sulla tua unità, che puoi utilizzare per cercare segnali di avvertimento in qualsiasi momento. L'avvertenza qui è che la visualizzazione di un report SMART ti darà molti dati che potresti non capire, ma ci sono (per fortuna) molte app che possono demistificare i numeri e fornire consigli tangibili.

Innanzitutto, diamo un'occhiata a un tipico report SMART. Per questo, sto usando l'app gratuita HDDScan, che rende incredibilmente facile vedere cosa sta succedendo con il tuo disco:

In questo caso, se vedi molto verde, va bene: non ci sono valori misurati che vanno ben oltre il punto "questo potrebbe essere un problema". Se vedi il giallo, gli attributi misurati indicano che hai un problema con l'unità. E se la piccola icona è rossa, i risultati per quel particolare test sono anormali e dovresti scavare un po 'più a fondo nel significato di quella particolare misurazione.

Potresti anche seguire il consiglio di Backblaze del 2016 e concentrarti su cinque misurazioni che l'azienda utilizza per determinare se una delle sue (molte) unità sta per arrendersi al grande sconosciuto:

  • SMART 5 - Conteggio settori riallocati

  • SMART 187 - Segnalati errori non correggibili

  • SMART 188 - Timeout comando
  • SMART 197 - Conteggio settore in sospeso corrente

  • SMART 198 - Conteggio settori non correggibile

Anche se ricordare queste diverse statistiche SMART sarà difficile, conoscere i valori che stai cercando è facile: qualsiasi cosa sopra lo zero. Assicurati di non essere respinto dal "valore" o "peggiori" colonne in HDDScan. Quello che dovresti effettivamente guardare è il codice non elaborato. Sì, è in esadecimale. Tuttavia, se tutto ciò che vedi sono zeri su una linea, significa zero (vai a figura), e questo è il valore che vuoi vedere per quei cinque attributi se tutto procede bene.

Trasferisci alcuni dati o molti dati

Esistono molti modi per misurare se il disco rigido funziona bene nelle sue due attività più importanti: leggere e scrivere dati. Questo potrebbe essere qualcosa di semplice come trascinare e rilasciare alcuni file tra l'unità e uno più veloce e vedere se impiega molto più tempo del previsto, meno tutti gli altri fattori che possono influenzare quel processo. (Sto cercando di mantenere questo semplice.)

Puoi anche utilizzare un numero qualsiasi di app per valutare le prestazioni delle tue unità tramite benchmark sintetici. Non saranno indicativi delle prestazioni esatte che vedrai sempre nell'uso quotidiano, ma ti daranno un buon senso di come potrebbero funzionare le tue unità: se qualcosa è in difficoltà, lo saprai molto rapidamente.

Mentre il summenzionato HDDScan può eseguire vari test di lettura e scrittura sui tuoi dischi, sono un grande fan di HD Tune . È semplice, facile e ha un'incantevole lettura grafica delle prestazioni del tuo disco. La versione base dell'app è gratuita e questo è tutto ciò di cui avrai probabilmente bisogno (anche se testerai solo le prestazioni di lettura, non quelle di scrittura).

Per iniziare, carica l'app, scegli l'unità e fai clic su "Avvia". Inizierai a visualizzare la velocità di trasferimento media, con valori minimo, massimo e medio, nonché il tempo di accesso dell'unità (per quanto tempo porta l'unità a iniziare effettivamente a trasferire i dati, che è più una misura delle sue caratteristiche meccaniche che altro) e il tasso di scoppio (la velocità con cui i dati viaggiano dalla cache dell'unità).

Ero un po 'curioso del perché la velocità di scoppio del mio disco è inferiore alla sua velocità di trasferimento media, il che mi ha fatto pensare che ho qualche tipo di configurazione errata della scheda madre (improbabile) o HD Tune si sta rovinando (forse). Per ricontrollare queste cifre, ho dato un altro strumento di benchmarking drive uno scatto: CrystalDiskMark .

Questo è un risultato abbastanza decente per una lettura e scrittura sequenziale. Il resto dei test è incredibilmente basso, ma è probabilmente dovuto al fatto che stanno tentando di leggere e scrivere piccoli file 4KB in tutto il disco, una tecnica con cui i dischi rigidi meccanici non funzionano molto bene, specialmente i più lenti Unità da 5.400 giri / min che sto testando.

CrystalDiskMark non riporta una velocità di scoppio, quindi ho dovuto passare all'utilità HDTach, che è così vecchia che ha funzionato solo in Windows 10 quando l'ho eseguita in modalità compatibilità per Windows XP SP3. Il tasso di scoppio misurato era più favorevole in HDTach; dato che è finalmente superiore alla velocità di trasferimento, mi sento un po 'meglio sapendo che non dovrei andare a gattonare nel BIOS della mia scheda madre per vedere se qualcosa non va.

Anche se HDTach e HD Tune non erano d'accordo con CrystalDiskMark in termini di prestazioni medie di lettura e scrittura dell'unità - le prime due app avevano punteggi molto più alti rispetto alla seconda - il mio scopo principale per l'esecuzione di questi benchmark era soddisfatto. Se l'unità avesse davvero problemi, è possibile che si verifichino errori di prestazioni catastrofici. Qualcosa a nord di 100 MB / s è probabilmente abbastanza buono, ma solo per confermarlo, ho anche eseguito un rapido test UserBenchmark .

Questi risultati confermano il mio pensiero: il mio disco rigido funziona decentemente. Potrebbe avere risultati più veloci? Sicuro. So perché non lo fa? No. Ma questi risultati indicano che l'unità sta funzionando meglio di circa 73 su 100 risultati ricevuti da UserBenchmark, il che suona molto bene per me.

Che dire di Steam?

Anche se avrei potuto dedurre che il processo di aggiornamento di Steam era responsabile di tutto ciò sin dall'inizio, testare il mio disco rigido meccanico è stato comunque un buon esercizio da svolgere. (Ho intenzione di aggiornarlo ad un certo punto, ma al momento non è una priorità assoluta.)

Per quanto riguarda Steam, la soluzione era semplice: limito i download a funzionare solo da mezzanotte alle sei, poi li lascio riposare dall'oggi al domani se mai avessi qualcosa di enorme da afferrare. Posso anche eseguire gli aggiornamenti manualmente se mi allontanerò dal mio computer per un lungo periodo di tempo. È una soluzione molto più elegante rispetto al tentativo di elaborare un aggiornamento multi-gigabyte mentre ho anche bisogno di usare il mio disco rigido per, sai, cose normali.

Voglio ancora quel $ 200 + SSD, però.