interessante

Come trovare il punto G di una donna

Come molti altri aspetti della sessualità femminile, il punto G è tipicamente - e ingiustamente - considerato misterioso, sfuggente e complesso. In realtà, non è così complicato. Fa parte del corpo di una donna che, per alcune donne, può creare molto piacere. Fine della storia. Ecco come trovare il suo punto G e cosa fare una volta che lo fai.

Cos'è

Il punto G prende il nome dal ginecologo tedesco che lo ha scoperto: Ernst Gräfenberg. (Fatto curioso: è anche l'inventore dello IUD.) Gräfenberg stava inizialmente studiando la stimolazione uretrale e classificava il punto G come zona erogena sulla parete anteriore (il lato sotto la pancia) del canale vaginale.

In realtà c'è ancora un forte disaccordo nella comunità scientifica sull'esistenza o meno del punto G. Alcuni sostengono che il punto G sia la sua struttura unica e lo descrivono come un "fagiolo spugnoso" che sporge dalla parete della vagina. Altri ricercatori affermano che non esiste nulla di unico nell'area che meriti il ​​proprio nome. Ecco la mia opinione: indipendentemente dal fatto che sia una struttura specializzata, l'area tende ancora ad essere piuttosto sensibile per molte donne. Questo perché si trova nelle immediate vicinanze delle delicate fibre interne del clitoride.

Chiedile se è interessata

Chiedi al tuo partner se vuole che tocchi il suo punto G. Potrebbe già sapere che le piace o non le piace la stimolazione lì. Qualunque cosa tu faccia, cerca di non aumentare troppo il punto G. Molte donne sentono la pressione per avere speciali orgasmi del punto G o orgasmi schizzanti, quindi l'esplorazione specifica del punto G può suscitare sentimenti di ansia o carenza.

Ecco la cosa più importante da sapere sul punto G: come nel caso di ogni altra parte del corpo, l'esperienza del piacere è soggettiva. Ad alcune donne piace stimolare i punti G. Le altre donne no. Avere un punto G che sembra piacevole non è un segno di essere migliore delle altre donne, così come avere una rotula che sembra piacevole non è un segno di superiorità. Allo stesso modo, il punto G non essendo particolarmente sensibile non dice nulla sulla donna a cui appartiene. Se è a bordo, può essere un'area divertente da esplorare, ma non esercitare alcuna pressione o aspettativa su di lei.

Trovalo

Come notato sopra, il punto G si trova sulla parete anteriore della sua vagina. Questo è il lato direttamente sotto il suo osso pubico. La maggior parte delle persone pensa erroneamente che il punto G si trovi alla fine del canale vaginale. In realtà è molto più vicino all'ingresso di quanto si possa pensare, in genere da uno a tre pollici

È più facile da trovare con le dita. Falla sdraiare sulla schiena. Inserire una o due dita in lei, con il palmo rivolto verso l'alto. Fai un movimento "vieni qui", in modo che le punte delle dita si pieghino verso l'alto verso il muro della sua vagina. Potresti sentire una piccola sporgenza sul diametro di un nichel o di un quarto. Può sembrare un po 'più spugnoso dei tessuti che lo circondano. Oppure potresti non sentire nulla di diverso dal resto della sua parete vaginale. Se quest'ultimo è il caso, prova a toccare tutto intorno alla parete anteriore della vagina e chiedile di farti sapere quale area è più piacevole per lei.

Toccalo

Il punto G in genere risponde meglio a pressioni molto decise. Prova a posizionare due dita direttamente sul punto G. Premi saldamente le dita sulla pelle e spostale in circoli lenti, come se stessi facendo un massaggio. Non vuoi muovere le dita sulla pelle; per lo più vuoi tenerli in contatto con la stessa parte della sua parete vaginale, ma lentamente tira la pelle con le dita. Un po 'come se stessi massaggiando le tempie con la punta delle dita.

Se la stimolazione del punto G non sembra particolarmente piacevole per lei da sola, puoi provare ad associarla ad altri tipi di stimolazione. Prova a usare due dita di una mano sul punto G e il pollice dell'altra mano sul clitoride. Oppure puoi provare una mano sul punto G e l'altra dentro o intorno al suo ano.

Lasciala essere il capo

Per alcune donne, la stimolazione del punto G crea molto rapidamente la sensazione di dover fare pipì. Il punto G si trova in prossimità della vescica, il che potrebbe spiegare la connessione. La stimolazione del punto G può anche portare a orgasmi schizzanti, quindi questa è un'altra possibile spiegazione per l'improvvisa sensazione di pressione e pienezza.

Per questo motivo, molte donne si innervosiscono per la stimolazione del punto G, fino al punto di chiedere ai loro partner di smettere. È importante ascoltare le sue richieste se ti chiede di smettere. Nella stragrande maggioranza dei casi, in realtà non farà pipì, ma la paura di perdere il controllo può essere fonte di distrazione e persino spaventosa per alcune donne. Puoi anche metterla a suo agio posando gli asciugamani o una fodera per tenda della doccia o assicurandole che non ti dispiacerebbe se si rilassasse e permettesse al suo corpo di rilasciare liquidi. Puoi anche provare a scherzare sotto la doccia, per una pulizia più facile e veloce.

Coinvolgi alcuni giocattoli

Se le piace la stimolazione del punto G, potresti voler investire in un giocattolo per favorire le tue esplorazioni. Il punto G richiede in genere molta stimolazione, al punto che la mano potrebbe iniziare a diventare un po 'stanca o dolorante. In tal caso, consiglio vivamente la bacchetta Njoy Pure. È curvo proprio per colpire il punto G con il minimo sforzo da parte tua. Può anche usarlo da solo. Mi piace molto anche la bacchetta di rose ricurva di Chakrubs, per lo stesso motivo. Entrambi i giocattoli sono realizzati con materiali molto duri (rispettivamente acciaio inossidabile di grado medico e quarzo rosa), che rendono facile creare molta pressione.