interessante

Come offrire condoglianze senza suonare come un asino

Se non stai attento, le tue condoglianze ben intenzionate possono farti sembrare un culo totale. Il trucco per offrire la tua sincera simpatia ai defunti è sapere cosa evitare mentre mostri il tuo sostegno. Questi sono i sette grandi no-no.

Non confrontare

Probabilmente hai sperimentato la perdita nella tua vita, o almeno conosci qualcun altro che ha, ma non fai mai confronti con le tue esperienze. April Masini, un esperto di etichetta e relazioni, spiega al New York Times che è fondamentale non farcela. Non dire qualcosa come "So come ti senti". È un serio tentativo di empatia, ma minimizza i loro sentimenti, che sono molto più importanti in questo momento. Inoltre, come si sentono. La tua esperienza con la perdita non significa che tu conosca tutte le complessità della loro relazione e con il defunto. Non è lo stesso, quindi non far finta di esserlo.

Non dire che è per il meglio

Non sei il creatore dell'universo, né sei al corrente del grande schema del futuro, quindi non implicare che la morte sia stata per il meglio o che sia una sorta di "benedizione". Come puoi saperlo? Non puoi. Anche se il defunto soffriva, questo è ancora di cattivo gusto. Come afferma Diane Gottsman, fondatrice di The Protocol School Texas, questi tipi di commenti si presentano banali e poco premurosi. Stai essenzialmente dicendo che la loro morte è una "cosa buona", che è assolutamente irrispettosa. Lascia che arrivino alle proprie conclusioni sull'evento.

Non forzare la religione sulle persone

Mantieni la tua visione religiosa positiva a te stesso, a meno che tu non sappia che condividono la stessa prospettiva, afferma la consigliera del dolore Amy Olshever. Puoi dire bene dicendo qualcosa come "Sono in paradiso adesso" o "Sono in un posto migliore", ma è vero solo se la persona in lutto crede in quella roba. Anche questo va diversamente. Se sai che il lutto è religioso, ma non lo sei, non c'è bisogno di dire qualcosa in cui non credi. È disonesto e potrebbe essere visto come maleducato.

Non fare affidamento sui social media

Facebook rende facile offrire condoglianze a qualcuno, ma non è l'ideale per tutte le situazioni. Per uno, questi tipi di commenti possono spesso essere visti come self-service. Non si tratta tanto di confortare la persona in lutto quanto di confortare la persona in lutto. Se hai intenzione di seguire la strada dei social media, almeno segui qualcosa di più personale, come una telefonata o una lettera. Inoltre, assicurati assolutamente che il defunto abbia pubblicato pubblicamente della morte prima di dire qualsiasi cosa! Altrimenti potresti dare la notizia con il tuo messaggio o forzare qualcuno a parlare di qualcosa che non voleva condividere.

Non basta inviare un messaggio di testo o e-mail

Guarda, la maggior parte delle comunicazioni tra famiglia e amici avviene tramite messaggi di testo o e-mail in questi giorni. Ma alcuni eventi giustificano ancora una vera telefonata o - sussulto - una chat di persona. Chiama prima. Se non rispondono, lascia loro un messaggio. Ascoltare la voce di qualcuno è infinitamente più confortante che leggere un testo. Puoi lasciare un testo di follow-up per offrire supporto a quel punto se ne senti il ​​bisogno.

Meglio ancora, invia loro una nota scritta o una carta di condoglianze. Sembra più personale e sincero e consente loro di leggere e rispondere ai messaggi al proprio ritmo. Saranno sbarrati da chiamate e messaggi di testo, quindi dai loro qualcosa di tangibile da tenere e leggere ogni volta che hanno bisogno di sapere che le persone si prendono cura di loro.

Non usare cliché insignificanti

È difficile evitare alcuni cliché quando si offrono condoglianze, ma almeno evitare quelli che sono modi fioriti di affermare l'ovvio. Frasi come "Sono in pace adesso" o "Era il loro momento" o "So che questo è difficile per te" non sono molto utili o di supporto. Se non sai cosa dire, Olshever ti consiglia di mantenerlo semplice. Qualcosa di onesto e semplice come "Mi dispiace per la tua perdita" è meglio che provare troppo e andare troppo lontano. Se possibile, attingi ai tuoi ricordi positivi del defunto. Fa loro sapere che anche a te importava di loro e che non sono soli nel loro dolore.

Non fare offerte vuote

Offrire aiuto è sempre una cosa gentile da fare, ma devi farlo nel modo giusto. Non preoccuparti dicendo "Fammi sapere se hai bisogno di qualcosa". Devi offrire esempi legittimi di modi in cui puoi aiutare. Di 'loro che porterai loro la cena, prenditi cura di un animale domestico, fai delle faccende di casa, fai delle commissioni, compra generi alimentari, tutto ciò che può effettivamente aiutarli.

Ancora più importante: non esitate a contattare. Potrebbe sembrare che tu li disturbi durante un periodo difficile, ma hanno bisogno di supporto, conforto e persino una buona distrazione se puoi andare a visitarli.