interessante

Come costruire una stazione di hacking portatile con un Raspberry Pi e Kali Linux

Craccare le password Wi-Fi, falsificare gli account e testare le reti per gli exploit è abbastanza divertente, ma se vuoi portare lo spettacolo in viaggio, vorrai un impianto portatile facilmente trasportabile. Inserisci Kali Linux e Raspberry Pi.

Kali Linux è un sistema operativo creato per i test di penetrazione della rete. Puoi eseguirlo sul tuo laptop per decifrare password Wi-Fi nelle vicinanze, reti di spoofing, test di vulnerabilità Bluetooth e tonnellate di altre cose. Ricorda che l'uso di queste conoscenze per entrare in reti protette ti farà probabilmente arrestare e accusare di un crimine, probabilmente una denuncia federale di violazione del Computer Security Act. Dovresti usare queste conoscenze solo per il bene, per il tuo apprendimento e giocare solo con le reti che controlli. Abbiamo già parlato abbastanza ampiamente dell'uso di Kali Linux prima, quindi non lo esamineremo qui, ma consulta la nostra guida per una panoramica di tutto ciò che puoi fare con esso. Tutto ciò vale anche per la versione Raspberry Pi che costruiremo qui.

Raspberry Pi è un piccolo computer con dimensioni di una carta di credito che non richiede molta energia per essere utilizzato. Quando unisci insieme Raspberry Pi e Kali Linux, ottieni una macchina di test di rete super-portatile che puoi portare con te ovunque. In questa guida, ti mostreremo come far funzionare Kali sul Raspberry Pi con un touchscreen. In questo modo, non devi mai installare Kali Linux sul tuo computer principale.

Cosa ti servirà

  • Raspberry Pi (modello B / B + o 2, tuttavia, Raspberry Pi 2 richiede alcuni passaggi aggiuntivi per l'installazione, quindi se non si desidera passare attraverso quelli, attenersi al modello B +)
  • Un pacco batteria (una di queste batterie esterne da 5 V con una porta USB costruita per smartphone dovrebbe funzionare, anche se esistono soluzioni più eleganti se sei interessato)
  • Una scheda Wi-Fi
  • Una scheda SD da 8 GB
  • Un touchscreen PiTFT ( Aggiornamento: una versione precedente di questo post punta a questo schermo, che funziona ancora, ma non si adatta a Raspberry Pi 2 o altre versioni più recenti di Pi)
  • Un caso (opzionale, ma se porti con te il Raspberry Pi, è utile. Questo caso di Adafruit è stato creato per essere impacchettato nel PiTFT e nel Modello B è un'ottima opzione se è il modello con cui stai lavorando.)
  • Tastiera (mi piace usare una piccola tastiera wireless con touchpad come questo in modo che tutto si inserisca in una piccola borsa.)
  • Un computer desktop (per eseguire l'installazione iniziale)

Passaggio 1: installare Kali su Raspberry Pi

Prima di fare qualsiasi cosa, devi scaricare e installare la build touchscreen dell'immagine Kali Linux per Raspberry Pi. È come installare qualsiasi altro sistema operativo Raspberry Pi, che abbiamo esaminato in dettaglio qui, ma ecco la versione breve:

Come installare Kali sulla scheda SD in Windows

  1. Scarica l'immagine di Kali Linux Raspberry Pi per il tuo hardware (gli utenti del modello B / B + devono prendere la versione TFT, Raspberry Pi 2 dovrebbe prendere la versione Pi 2) e decomprimere il file .img all'interno. Nota: se non si utilizza il display touchscreen, scaricare la versione normale di Kali Linux per Raspberry Pi.

  2. Scarica Win32DiskImager e decomprimi l'applicazione (file .exe) all'interno.
  3. Inserisci la tua scheda SD nel tuo PC Windows usando un lettore di schede.
  4. Apri Win32DiskImager.exe, l'applicazione che hai appena scaricato, facendo doppio clic su di essa. Se stai utilizzando Windows 7 o 8, fai clic destro su di esso e scegli "Esegui come amministratore".
  5. Se la tua scheda SD non viene rilevata automaticamente dall'applicazione, fai clic sul menu a discesa in alto a destra (etichettato "Dispositivo") e selezionalo dall'elenco.
  6. Nella sezione del file di immagine dell'applicazione, fai clic sull'icona della piccola cartella e scegli il file .img di Raspbian che hai appena scaricato.
  7. Fai clic sul pulsante Scrivi e attendi che Win32DiskImager faccia la sua cosa. Al termine, puoi espellere in sicurezza la tua scheda SD e inserirla in Raspberry Pi.

Come installare Kali sulla tua scheda SD in OS X

  1. Scarica l'immagine di Kali Linux Raspberry Pi per il tuo hardware (gli utenti del modello B / B + devono prendere la versione TFT, Raspberry Pi 2 dovrebbe prendere la versione Pi 2) e decomprimere il file .img all'interno. Nota: se non si utilizza il display touchscreen, scaricare la versione normale di Kali Linux per Raspberry Pi.

  2. Scarica RPi-sd card builder (assicurati di scegliere la versione appropriata per la versione installata di OS X) e decomprimi l'applicazione.
  3. Inserisci la tua scheda SD nel tuo Mac usando un lettore di schede.
  4. Apri il generatore di schede RPi-sd. Ti verrà immediatamente chiesto di scegliere un'immagine Raspbian. Scegli il file .img scaricato in precedenza.
  5. Ti verrà chiesto se la tua scheda SD è connessa. Da quando lo abbiamo inserito in precedenza, lo è, quindi vai avanti e fai clic su Continua. Ti verranno presentate le opzioni della scheda SD. Se ne hai inserito solo uno, non vedrai nient'altro nell'elenco e verrà controllato. In caso contrario, seleziona solo la scheda che desideri utilizzare e fai clic su OK.
  6. Immettere la password dell'amministratore e fare clic su OK.
  7. Ti verrà chiesto se la scheda SD è stata espulsa. Si suppone che ciò accada, poiché l'applicazione deve smontarla per poter eseguire una copia diretta. Controlla che la tua scheda SD non sia più disponibile nel Finder. NON rimuoverlo dalla porta USB. Quando sei sicuro, fai clic su Continua.
  8. Il costruttore di schede RPi-sd termina di preparare la scheda SD, espellerla in sicurezza e inserirla nell'unità Raspberry Pi.

Fase due: collegare il display

Il Raspberry Pi ha un GPIO (input / output per scopi generici) in cui si adatta il touchscreen. Sul tuo Raspberry Pi, è il set di spille nell'angolo: dovrebbe essere abbastanza ovvio come si adatta insieme. Vai avanti e fai clic sul display in Raspberry Pi.

Fase tre: collegare tutto e accendere

Con lo schermo collegato, è il momento di collegare tutto il resto. Collegare l'adattatore Wi-Fi e la tastiera alle porte USB. Quindi, collega il Pi al tuo pacco batteria.

Il processo di avvio può essere un po 'lento e goffo qui, quindi non preoccuparti se ci vorrà un po' di tempo. Innanzitutto, vedrai una schermata bianca per un po 'prima che inizi il processo di avvio. Alla fine, sei accolto da una schermata di accesso.

Se stai usando un Raspberry Pi 2, dovrai fare alcune operazioni di configurazione qui per far funzionare lo schermo. Se stai usando B +, vai al passaggio successivo.

Raspberry Pi 2 attualmente richiede alcuni passaggi aggiuntivi per far funzionare lo schermo. Quando lo avvii inizialmente, sei accolto da uno schermo triste e bianco. Per fortuna, non è troppo fastidioso per far funzionare lo schermo. Sfortunatamente, avrai bisogno di un monitor HDMI per collegare il Pi, o dovrai accedere su SSH per superare questa parte. Vai avanti e collega uno di questi e avvia subito il Pi.

  1. Vedrai un nome utente e una richiesta di password dalla riga di comando sul tuo Raspberry Pi. Digitare il nome utente root e la password toor .

  2. Inizia montando la partizione di avvio. Digita mount /dev/mmcblk0p1 /boot e premi Invio.

  3. Successivamente, scaricherai e installerai il software di configurazione di Adafruit. Digita wget //adafruit-download.s3.amazonaws.com/adafruit_pitft_kernel_1.20150420-1.tar.gz e premi Invio.

  4. Digita tar xf adafruit_pitft_kernel_1.20150420-1.tar.gz e premi Invio per estrarre quel file.

  5. Digita cd adafruit_pitft_kernel_1.20150420-1 e premi Invio.

  6. Digita ./install.sh e premi Invio. Questo richiederà del tempo. Al termine, ti chiederà di riavviare. Dì di sì e attendi il riavvio.

  7. Digita git clone //github.com/adafruit/Adafruit-PiTFT-Helper.git e premi Invio per scaricare il software dello schermo di Adafruit.

  8. Bene, ora è necessario montare nuovamente il disco di avvio. Digita mount /dev/mmcblk0p1 /boot e premi Invio.

  9. Digita cd Adafruit-PiTFT-Helper e premi Invio.

  10. Digita ./adafruit-pitft-helper -u /root/ -t 28r e premi Invio. Questo configura il tuo display.

  11. Ora dovrai risolvere alcuni problemi con la schermata di avvio che mostra solo un cursore lampeggiante. Digita sudo apt-get install xserver-xorg-video-fbdev e premi Invio.

  12. Una volta completato, digitare cd /usr/share/X11/xorg.conf.d/ e premere Invio.

  13. Infine, digita nano 99-fbdev.conf e premi Invio. Questo aprirà un file di testo. Dovrai copiare il seguente bit di codice nel file:

Sezione "Dispositivo"

Identificatore "myfb"

Driver "fbdev"

Opzione "fbdev" "/ dev / fb1"

EndSection

Al termine, premi Ctrl + X per salvare ed uscire.

Questo dovrebbe farlo. Vai avanti e digita reboot e premi Invio per riavviare Pi con una schermata funzionante.

Quarto passaggio: accedi e abilita la tua scheda Wi-Fi

Ora è il momento di accedere e abilitare la scheda Wi-Fi in modo da poter effettivamente utilizzare gli strumenti all'interno di Kali Linux. Raspberry Pi riconoscerà automaticamente la tua scheda Wi-Fi, ma dovrai comunque accedere alla tua rete. Per prima cosa, dobbiamo avviare l'interfaccia utente grafica di Kali Linux e assicurarci che tutto funzioni:

  1. Vedrai un nome utente e una richiesta di password dalla riga di comando sul tuo Raspberry Pi. Digita il nome utente root e password toor (lo cambieremo più avanti).
  2. Digita startx e premi Invio per avviare l'interfaccia grafica di Kali. Questo può richiedere un po 'di tempo per caricare sul Pi.
  3. Ora puoi navigare nel tuo Pi con il touchscreen e la tastiera. Tocca la piccola icona Terminale sul dock in basso per aprire la riga di comando.
  4. Per impostare la scheda Wi-Fi, digitare nano /etc/network/interfaces nella riga di comando e premere Invio per caricare il file di configurazione per le impostazioni Wi-Fi.
  5. Aggiungi le seguenti righe al file di testo che hai appena aperto, sostituendo le informazioni di rete in:

auto wlan0

iface wlan0 inet dhcp

wpa-ssid "il nome della tua rete"

wpa-psk "la password di rete"

Al termine, premi Ctrl + X per salvare ed uscire. La scheda Wi-Fi ora dovrebbe funzionare (anche se potrebbe essere necessario riavviare prima).

Fase cinque: modifica la password

Prima di fare qualsiasi altra cosa, dovresti cambiare la password di root del tuo dispositivo (per evitare che qualcun altro con capacità di hacking simili ne ottenga il controllo). Per fortuna, è facile.

  1. Mentre sei ancora nella riga di comando (se non lo sei, vai avanti e tocca semplicemente l'icona Terminale in Kali per riaprirla), digita passwd e premi Invio.
  2. Digita la nuova password due volte.
  3. È anche utile riconfigurare il server OpenSSH ora, quindi non è impostato come predefinito. Digita dpkg-reconfigure openssh-server e premi Invio.

Ora il tuo piccolo sistema portatile è installato e sicuro.

Cosa puoi fare con questo dispositivo

Da qui, quello che fai con la tua piccola stazione di hacking portatile dipende da te. È possibile utilizzare il touchscreen sul Pi per la navigazione di base ed eseguire qualsiasi programma in Kali Linux desiderato. Se non sai da dove iniziare, ecco alcune idee:

  • Configurare SSH per connettersi al Pi in remoto
  • Scopri le basi della riga di comando
  • Rompere una password Wi-Fi, creare una rete falsa o curiosare sul traffico di un altro dispositivo

  • Monitora tutto ciò che accade su una rete
  • Altre guide di Kali Linux

Il mondo è la tua ostrica. Hack responsabilmente, tutti.

Aperto