articoli utili

5 modi per non odiare tuo marito dopo i bambini

Da quando mi sono sposata, il mio "linguaggio dell'amore" è diventato il "perché niente uccide il romanticismo o la libido più velocemente che ripulire dopo qualcuno come una casalinga degli anni '50. Eppure questa è la norma per molti nuovi genitori eterosessuali: che la donna, che lavori o no, svolgerà la maggior parte del lavoro (in gran parte invisibile) sull'educazione dei figli e le pulizie. Potremmo aver avuto relazioni egualitarie pre-bambini; possiamo prevedere che godremo di una divisione inequivocabilmente equa dei post-figli del lavoro, ma quando arriva il bambino vero, beh, può essere come una bomba che esplode nel tuo matrimonio.

Per uno, il semplice volume di lavoro non è realmente comprensibile in anticipo. Il lavoro sisifusiano di piatti, biancheria, pulizie, amministrazione e assistenza all'infanzia è solo ... brutale ed inesorabile, come essere intrappolati in una frana di fango che dura da anni. La maggior parte delle persone fa fatica a borbottare debolmente, "Non credo che tu capisca quanto io lavori duro qui intorno" mentre si toglie il fango dalla faccia.

Ma il secondo grande problema è più insidioso. Sta nella nostra comprensione dei ruoli di genere, e non in ampi tratti "solo gli uomini dovrebbero lavorare e solo le donne dovrebbero restare a casa", che penso che abbiamo (per lo più) passato. È più che un milione di piccole informazioni vengono trasmesse alle donne attraverso un oleodotto sociale, informazioni che generalmente vengono trasmesse agli uomini. Il primo lavoro di una ragazza è spesso quello di fare da babysitter e in età adulta parteciperà a docce per bambini in cui (che lo voglia o no) ottiene una conoscenza del miglior sacco a pelo e del miglior sistema di contenimento per neonati; parlando con le madri più grandi, forse ha già formulato un'opinione sul piangere contro il co-dormire o la genitorialità dell'attaccamento contro i bambini armati con machete o quant'altro.

Questa informazione mette le madri, anche il primo giorno di genitorialità, molto più avanti dei padri in termini di know-how e competenza. E a meno che non sia disposta ad istruire (è disposto ad essere istruito, l'istruzione è più utile del semplice farlo da sola) è facile entrare in un accordo in cui le mamme si affidano alla maggior parte dell'assistenza all'infanzia e alle faccende domestiche. Questo sta lentamente cambiando - gli uomini frequentano le docce per bambini adesso e i blog di papà sono una cosa reale - ma le donne, in generale, stanno ancora gestendo lo spettacolo domestico.

Il che mi porta al risentimento. Il che mi porta al nuovo libro di Jancee Dunn, che ha scritto dopo una crisi nel suo matrimonio che coinvolge divisione del lavoro, rabbia, combattimenti viziosi e, infine, la consapevolezza che se le cose non fossero cambiate, il divorzio sarebbe stato inevitabile. Il suo libro meticolosamente studiato mette insieme le scienze sociali dietro il lavoro domestico e i ruoli di genere (notizia per me: gli uomini hanno maggiori probabilità di essere svegliati da un "forte vento" rispetto a un bambino che piange, mentre le donne si levitano sveglie e scappano nella stanza di un bambino - correndo attraverso l'aria à la — al più semplice fiuto infantile) con interviste in prima persona e i suoi esperimenti coniugali in consulenza di coppia. Ha anche cercato aiuto da un negoziatore di crisi dell'FBI.

Una nota: il suo how-to è principalmente per le coppie eterosessuali: esiste un corpus più ampio di ricerche sulle coppie eterosessuali di quanto non lo sia per le coppie dello stesso sesso, e le coppie etero hanno tutta la suddetta programmazione del ruolo di genere da affrontare, ma il libro è piuttosto utile per chiunque abbia mai risentito con il proprio partner dopo aver avuto un bambino.

Ho parlato con Dunn per ottenere i suoi primi cinque consigli per non odiare il tuo partner dopo i bambini.

1. Lascialo sbagliare.

Di recente una mia amica ha detto di suo marito e della sua nuova bambina: "Avrebbe preso un proiettile per questa bambina, ma avrebbe potuto dimenticare di metterle un cappello". Ricordi quella pipeline sociale di informazioni? Non ce l'ha, e se non gli permetti di imparare, ti stai impegnando nel "mantenimento materno", o gli stai impedendo di partecipare alla nudità dell'assistenza all'infanzia.

Deve anche legare con i suoi figli e devi lasciargli fare degli errori. Ciò significa non librarsi e non segnalare, apertamente o sottilmente, che conosci meglio. è l'unico modo, dice Dunn. "Uscire di casa. Prendi un caffè o vai via per il fine settimana. La sua strada non è sbagliata. "(Di recente ho imparato che in realtà non aiuta il mio sudore marito, quando sta lottando per portare i bambini fuori dalla porta, per alzare le sopracciglia e dire" errore classico - mettiti il ​​cappotto alla fine. ”) Se non hai la piena proprietà di entrambi i partner, rimarrai bloccato nella dinamica del datore di lavoro / imbronciato adolescente.

Ma cosa, chiedi, se tuo marito non fa alcun lavoro domestico? E se fosse contento di farti essere il creatore delle liste della spesa e il custode degli appuntamenti del pediatra, dei campi estivi, delle date di gioco e delle istruzioni speciali per il bucato? Quindi, Dunn, dice, dovrai imparare a ...

2. Rimani dalla tua parte.

Devi difendere ciò di cui hai bisogno, o. Ora, questo avvocato può significare perdere la calma e urlare di cui ha bisogno, oppure, oppure puoi avere una conversazione civile e dividere le faccende. E continua a tenere quella conversazione civile, settimanalmente o mensilmente, quando emergono nuove responsabilità e altri svaniscono. (Addio pannolini, ciao campo da baseball.)

Dunn suggerisce di dividere le faccende domestiche in base a chi ama o detesta le faccende domestiche: suo marito odia il negozio di alimentari ("la folla, l'illuminazione fluorescente, mentre mi piace vedere i nuovi prodotti e pensare a cosa sto andando a cucinare") così cibo lo shopping è diventato una sua responsabilità. È compulsivamente puntuale, quindi è responsabile di tutte le cose sensibili al tempo, come pagare le bollette e portare sua figlia alle sue lezioni.

Stare dalla tua parte significa stufare di furia silenziosa mentre lavi i piatti, fai il bagno ai bambini, fai i bagagli e pieghi il bucato, mentre il tuo coniuge legge una rivista a letto. Significa presentare le cose come una scelta: "Vuoi fare bagni o piatti?" E poi, "Vuoi piegare il bucato o preparare i pranzi?"

Questo non significa necessariamente che tu riesca a dettare esattamente come vengono fatte le faccende: mio marito preferisce preparare i pranzi e fare i piatti al mattino, quindi a meno che non voglia fare queste cose da solo ... stanno aspettando fino a domani.

3. Insistere per la tua mezza giornata.

Dunn mi dice che "i fine settimana non dovrebbero essere una marcia forzata" di assistenza all'infanzia e faccende domestiche. "È necessario negoziare il fine settimana e chiedersi l'un l'altro 'cosa stiamo facendo questo fine settimana per soddisfare le esigenze di tutti?'" Lei lo definisce la strategia "tutti i tipi di vittorie".

Mio marito ed io abbiamo concordato molto tempo fa che avremmo avuto ciascuno una mezza giornata libera, ogni fine settimana, in cui avremmo potuto dormire e senza responsabilità di assistenza all'infanzia o pulizie. Anche se siamo tutti a casa, un genitore è fuori servizio. Quando i miei figli inevitabilmente mi chiedono se possono fare uno spuntino / guardare la TV / dare fuoco a qualcosa, dico "Papà è in carica fino all'ora di pranzo" e loro gli rispondono. (Risposte:,, e.) Leggo a letto o vado a correre o incontro un amico per un caffè, senza commenti da lui. Guarda i Braves perdere cinque partite di fila, con solo alcuni commenti da parte mia ("È così che ti rilassi?"). È felice.

4. Fai sesso durante Tae Kwon Do.

Chi ha energia per il sesso quando sei intrappolato in una frana? Molte nuove madri pensano che il sesso sia solo un'altra richiesta per il loro tempo e il loro corpo, ed è spesso più facile dire "non stasera, cara, ho una lunga fila su Netflix". Dunn cita una ricerca che sostiene il "punto debole" coniugale per la frequenza del sesso è una volta alla settimana e il periodo di tempo ideale per il rapporto sessuale è di sette-13 minuti (inserire qui la nota standard secondo cui il rapporto non è ovviamente l'unico modo per fare sesso). Non è davvero molto tempo e se, come ha fatto Dunn, chiedi a tuo marito di prendere un po 'della routine serale dal piatto mettendo i bambini a letto un po' presto, non si taglierà al tuo prezioso, prezioso, ora di dormire.

Per altri, programmare il sesso è l'unico modo per assicurarsi che accada realmente. Dunn mi parla di un'amica che ha un rapporto sessuale permanente con suo marito mentre i loro gemelli sono al sabato mattina Tae Kwon Do (presumo che abbia avuto una lezione). Mio marito, a un certo punto sconfitto dalle implacabili richieste di un bambino e di un bambino in età prescolare, disse disperatamente: "Dovremo iniziare a pagare per il sesso". Quando gli ho chiesto di chiarire, ha detto, " Dobbiamo assumere una babysitter per prenderle per qualche ora o non faremo mai più sesso. ”Niente come pagare una babysitter per farti usare il tuo tempo in modo produttivo!

E fare del buon sesso significa che vorrai fare sesso, quindi superare quel primo ostacolo, per così dire, ti renderà più desideroso di farlo di nuovo. (Dichiarazione di non responsabilità che nessuno dovrebbe fare sesso involontariamente: questi sono solo suggerimenti per trovare il tempo e entrare nell'umore.)

5. Impara a combattere in modo equo.

"Sappi che il tuo bambino è colpito [dai tuoi combattimenti]", dice Dunn. “Se stai combattendo sopra la sua testa, facendo alcuni gesti di scelta, sta ottenendo quelle risposte allo stress. Eravamo in uno schema chiamato "Prelievo dalla domanda", in cui un partner cerca di convincere l'altro a fare qualcosa, o di impegnarsi e comunicare, e l'altro si interrompe. I guru delle relazioni John e Julie Gottman lo chiamano ed è uno dei grandi predittori del divorzio. (Uhm, forse perché lo è.)

Dunn e suo marito sono andati in terapia di coppia - e si sono persino consultati con un negoziatore di crisi dell'FBI - per imparare a combattere in modo equo e a combattere dalla figlia. Hanno imparato tecniche come il "mirroring", quando la persona fa eco a ciò che l'altra persona ha appena detto e parafrasando l'essenza della loro lamentela. Disse: "E a volte devi ridere perché il parafrasare è sfrenatamente spento:" Sei arrabbiato perché ti ho fatto un giro mentre stavi svuotando la lavastoviglie ", " Sono arrabbiato perché sei rimasto lì a tintinnare le chiavi e a dire invece di offrire aiuto. ""

Da parte sua, Dunn ha dovuto imparare a controllare la sua irascibilità, cosa che un terapeuta le aveva detto che era verbalmente violenta, e di chiedere direttamente aiuto, piuttosto che precipitarsi in un ciclo di rabbia quando suo marito non riusciva a leggere la sua mente.

è estremamente utile e persino confortante, se non altro per il fatto che ti rendi conto che molte coppie stanno affrontando la stessa programmazione e i conflitti che sei, e sono riusciti a farsi strada.

"Siamo a solo una generazione o due dal modello casalinga / breadwinner", afferma. Ogni coppia deve reinventare ciò che è giusto per loro: un rigoroso modello femminista richiede una divisione precisa del 50-50, ma Dunn sostiene ciò che "sembra equo" per ogni coppia.

E Dunn nota, mentre stiamo parlando, che il suo libro non aiuterà necessariamente un matrimonio che è davvero andato molto lontano. Tutti i suoi consigli sostenuti dalla ricerca si basano sulla convinzione che entrambe le parti sono brave persone che vogliono che tutti siano felici - non è, ovviamente, per le persone in relazioni violente o anche per le donne sposate con partner che stanno bene guardando il calcio tutto fine settimana mentre le loro mogli puliscono, cucinano e conducono.

"Molte persone sono venute da me [da quando il libro è stato pubblicato] e dicono 'troppo tardi! Odio già mio marito! '”Dice. La sua risposta ufficiale è diventata: “'La terapia, sia di coppia che individuale, mi ha davvero aiutato - e forse può aiutarti.'” Per me, continua, “e forse aiuterà quella persona a ottenere il proprio matrimonio - chiedersi, "perché mi lascio trattare in questo modo?" "Verso la fine del suo libro cita un commento della sociologa Scott Coltrane:" Uno dei più grandi cambiamenti negli ultimi anni è che molte donne semplicemente non tollereranno partner che non contribuire a casa. "

Non possiamo necessariamente fare nulla per la frana. Non possiamo necessariamente fare nulla riguardo alla programmazione del ruolo di genere che abbiamo ricevuto durante l'infanzia (e continuiamo a ricevere). Ma ci fermiamo e discutiamo di chi porta i bambini all'hockey e di chi fa i conti. Possiamo fare sesso durante Tae Kwon Do. Possiamo assicurarci che vincano tutti. Ed è così che non odio tuo marito dopo i bambini.